Livio Arenella su ThinkBio

L'erba del vicino adesso è più verde

Post Title

La Calabria dice no al glifosato. Prima regione in Italia a porre un rimedio netto.

No al glifosato. Uno slogan che gira da tempo, ma che in Italia é diventato concreto in Calabria.
L'erbicida che viene usato comunemente nelle coltivazioni, nel 2015 é stato riconosciuto (non senza qualche ritrattazione) cancerogeno dallo IARC.
La Regione Calabria ha deciso di porre fine all'utilizzo del glifosato tagliando i fondi regionali a tutte le aziende che ne usufruiscono, in modo tale da non intervenire piú direttamente o indirettamente nella catena industriale che porta sulle nostre tavole prodotti trattati con il pericoloso diserbante.
Sull'eliminazione totale del glifosato l'Europa deciderá nel 2017 ma, nel frattempo, é possibile anche autonomamente (Calabria docet) prendere posizione sulla questione escludendolo dai disciplinari di produzione integrata.
Nella lettera firmata dalla portavoce coalizione italiana #StopGlifosato Maria Grazia Mammuccini per conto dei presidenti delle 45 associazioni che fanno parte della coalizione si legge: "Si tratta di un esempio concreto di come le Regioni, in attesa della decisione sul glifosato a livello europeo, abbiano la possibilitá di interrompere immediatamente il finanziamento delle pratiche agronomiche che prevedono l'utilizzo di un prodotto cancerogeno per gli animali e probabile cancerogeno per l'uomo, oltre che principale inquinante delle acque superficiali e sotterranee come evidenziato dai dati Ispra".

Livio di ThinkBio